Le dimensioni delle confezioni e le etichette possono variare.

Test IDEXX Brucellosis Serum Ab

Brucellosi bovina

Il test IDEXX Brucellosis Serum Ab permette l’analisi di campioni individuali di siero o plasma e di pool di un massimo di 10 sieri o plasmi con il medesimo processo ed ai sensi dei requisiti definiti nel progetto di modifica della Direttiva Europea (CEE 64/432, modifiche all’Allegato C in data 21/03/2002). Il kit rileva, nel caso di sierologia individuale, il siero internazionale standard dell’OIE (OIEISS) alla diluizione 1/150 nel siero negativo, e, nel caso di pool di sieri, l’OIEISS alla diluizione 1/1500 nel siero negativo.

* Disponibilità/Distribuzione: al di fuori degli Stati Uniti 

 

Contattaci

Dettagli


Caratteristiche

  • Campioni di siero o plasma (individuali o in pool di un massimo di 10)

Numeri e formati dell’articolo

P04130-2 (2 piastre/strisce)
P04130-10 (10 piastre/strisce)

Brucellosi bovina

La brucellosi del bestiame è una malattia causata dal Brucella abortus (B. abortus), un batterio facoltativo intracellulare. La via principale di trasmissione della malattia è l’ingestione degli organismi B. abortus che possono essere presenti nei tessuti di feti abortiti, membrane fetali e fluidi uterini. L’infezione può inoltre avvenire come conseguenza dell’ingestione da parte del bestiame di alimenti o acqua contaminati dal B. abortus. L’infezione nelle bovine è anche avvenuta per trasmissione venerea dell’organismo da parte di tori infetti.

La caratteristica clinica più evidente della malattia è l’aborto. Se lo stato di portatore si sviluppa nella maggioranza delle bovine infette di una mandria, le manifestazioni cliniche possono essere: produzione di latte ridotta, nascita a termine di vitelli morti e maggior frequenza di ritenzione della placenta. La malattia nel toro può produrre l’infezione delle vescicole seminali e dei testicoli, con la conseguente propagazione degli organismi nello sperma.

La diagnosi si basa su procedure sierologiche (siero/latte) e batteriologiche. Mentre un risultato batteriologico positivo costituisce la diagnosi più definitiva, per ottenere i risultati definitivi della coltura possono occorrere diverse settimane. Il successo nell’eradicazione della malattia dipende da una sua identificazione rapida ed accurata.



* Non tutti i prodotti sono tutti disponibili e/o registrati in tutti i paesi