Test IDEXX PRV/ADV gI Ab (al di fuori degli Stati Uniti)

Virus della pseudorabbia (Pseudorabies Virus, PRV)/Malattia di Aujeszky (Aujeszky’s Disease, ADV)

Il test IDEXX PRV/ADV gI Ab è un saggio immunologico impiegato per rilevare la presenza di anticorpi nel siero del suino contro l’antigene gI (gE) del virus della pseudorabbia (PRV/malattia di Aujeszky’). La presenza di anticorpi indica l’esposizione a ceppi di campo di PRV e/o vaccini contenenti l’antigene gI. Questo test differenziale è destinato all’uso ai fini della gestione dell’allevamento e delle applicazioni di eradicazione delle pseudorabbie.

* Disponibilità/Distribuzione: al di fuori degli Stati Uniti 

 

Contattaci

Dettagli


Caratteristiche

  • Campioni di siero
  • Strategia DIVA (Differentiates Infected from Vaccinated Animals)
  • Risultati in meno di due ore

Numeri e formati dell’articolo

99-09836 (6 piastre/strisce) 
99-09837 (30 piastre/solido)

Virus della pseudorabbia (Pseudorabies Virus, PRV)/Malattia di Aujeszky (Aujeszky’s Disease, ADV)

Il virus della pseudorabbia (Pseudorabies virus, PRV/malattia di Aujeszky) è causato da un herpes virus porcino di tipo 1. Le infezioni con il tasso più alto di mortalità sono quelle che colpiscono i suinetti poppanti nati ad una scrofa suscettibile. Nel decorso fatale della malattia, i maialetti presentano difficoltà di respirazione, febbre, ipersalivazione, anoressia, vomito, diarrea, tremore e depressione.

Nell’ambito di questo gruppo di età, gli stadi finali dell’infezione sono generalmente caratterizzati da atassia, nistagmo, incoordinazione motoria, convulsioni intermittenti, coma e decesso. La morte avviene di solito 24–48 ore dopo la manifestazione di sintomi clinici evidenti. Gli eventi clinici della malattia nei suini in svezzamento e in accrescimento sono essenzialmente gli stessi, salvo che il decorso della malattia è di solito prolungato di 4–8 giorni.

Il tasso di mortalità nei suini maturi può raggiungere il 2%; di solito, però, non si verificano perdite. Mentre il decorso clinico nelle scrofe gravide è praticamente lo stesso di quello dei suini maturi, esiste una variazione causata dall’infezione transplacentale dei feti. Può verificarsi un’infezione transplacentale con PRV e, a seconda dello stadio di gestazione, può riscontrarsi una delle seguenti sequele: riassorbimento, espulsione prematura, nascita di feti macerati, morte fetale o nascita di suinetti infetti deboli.

Una valutazione dell’esposizione al virus della pseudorabbia tramite infezione naturale o vaccino è facilitata dalla misurazione degli anticorpi nel siero.



* Non tutti i prodotti sono tutti disponibili e/o registrati in tutti i paesi