Legiolert

Per il rilevamento di Legionella pneumophila

 
       

  • Rileva Legionella pneumophila in soli 7 giorni rispetto ai metodi colturali tradizionali.
  • Piattaforma semplice da utilizzare, simile al Test Colilert.
  • Semplice messa a punto del test che riduce significativamente il flusso di lavoro del laboratorio.
  • Fornisce risultati definitivi in 7 giorni senza necessità di eseguire prove di conferma.
  • Riduce le fasi del controllo qualità (CQ).


In Sintesi

Semplice
  • Una colorazione marrone e/o torbidità indicano positività per Legionella pneumophila.
  • Piattaforma simile a quella del Test Colilert-18: reagenti pronti all’uso, non necessaria la preparazione di terreni colturali.
  • Da utilizzare con Quanti-Tray/Legiolert per la conta secondo il Most Probable Number (MPN) (Most Probable Number, MPN).

Rapido
  • Risultati confermati in 7 giorni senza necessità di eseguire prove di conferma.
  • Flusso di lavoru semplificato con menu di 2 minuti di preparazione manuale.
  • La procedura di Controllo Qualità (CQ) richiede 15 minuti.
Accurato
  • Rileva specificatamente Legionella pneumophila, la causa principale della Legionellosi.1
  • Una colorazione marrone e/o torbidità indica un risultato positivo ed è ridotta l’interpretazione soggettiva del dato analitico.

Scienza

Come funziona il Test Legiolert

Il test Legiolert rileva Legionella pneumophila in campioni di acqua. Il test è basato su una tecnologia di rilevamento di un enzima batterico che segnala la presenza di Legionella pneumophila mediante l’utilizzo di un substrato presente nel reagente del Legiolert. Legionella pneumophila cresce rapidamente e si moltiplica utilizzando la ricca fonte di aminoacidi, vitamine, ed altri nutrienti presenti nel reagente del Legiolert. Ceppi di Legionella pneumophila in intensa crescita utilizzano il substrato aggiunto per produrre un indicatore di colore marrone. Il test Legiolert rileva Legionella pneumophila fino ad 1microrganismo in un campione di 100 ml in 7 giorni.

 

Come si usa

Impari ad utilizzare il test Legiolert


Potabili
Non potabili

View/print Legiolert Test Procedure

Campioni di acque potabili:

Protocollo per 100 ml


Fase 1

Misurare la durezza del campione e aggiungere il corrispondente supplemento del Legiolert.

Fase 2

Aggiungere il reagente al campione e mescolare per portarlo in soluzione.

Fase 3

Versare il campione nel Legiolert/Quanti-Tray.

Fase 4

Sigillare utilizzando il Quanti-Tray Sealer PLUS e incubare per 7 giorni.

Fase 5

Leggere i risultati: ogni pozzetto marrone e/o torbido è positivo per Legionella pneumophila.

Legiolert/Quanti-Tray fornisce risultati fino a  2,272 MPN (Most Probable Number, Numero Più Probabile) per 100 ml di campione.

Campioni d'acqua non potabili:

Le seguenti istruzioni sono per l'uso con campioni d'acqua non potabili.


Fase 1

Aggiungere il reagente a diluente sterile.

Fase 2

Trattare il campione di acqua non potabile con il Pretrattamento Legiolert.

Fase 3

Aggiungere il campione pretrattato alla miscela di reagenti.

Fase 4

Versare il campione nel Legiolert/Quanti-Tray.

Fase 5

Sigillare utilizzando il Quanti-Tray Sealer PLUS e incubare per 7 giorni.

Fase 6

Leggere i risultati: ogni pozzetto marrone e/o torbido è positivo per Legionella pneumophila.

Legiolert/Quanti-Tray fornisce risultati fino a  2,272 MPN (Most Probable Number, Numero Più Probabile) per 100 ml di campione.

Domande & Risposte

Il test Legiolert è stato ideato per campioni di acque potabili e non potabili.

Il test Legiolert rileva Legionella pneumophila in campioni di acqua. Il test è basato su una tecnologia di rilevamento di un enzima batterico che segnala la presenza di Legionella pneumophila mediante l’utilizzo di un substrato presente nel reagente del Legiolert. Legionella pneumophila cresce rapidamente e si moltiplica utilizzando la ricca fonte di aminoacidi, vitamine, ed algtri nutrienti presenti nel reagente del Legiolert. Ceppi di Legionella pneumophila in intensa crescita utilizzano il substrato aggiunto per produrre un indicatore di colore marrone. Il test Legiolert rileva Legionella pneumophila fino ad 1 microrganismo in un campione di 100 ml in 7 giorni.

Il test Legiolert è stato progettato per identificare specificatamente la causa principale della Legionellosi, Legionella pneumophila.

Quando si utilizza il protocollo per acque potabili con 100 ml di campione, il test Legiolert rileva Legionella pneumophila fino a 1 microrganismo/100 ml. Quando si utilizza il protocollo per acque non potabili con 1.0 ml di campione, il test Legiolert rileva Legionella pneumophila fino a ≥ 1 microrganismo/ml (≥ 100 microrganismi/100ml).

Non esiste un comparatore per il test Legiolert. Per fare un confronto, utilizzare un controllo negativo al momento dell’interpretazione dei risultati.

I campioni di acque potabili vengono incubati a 39°C (± 0.5°C) per 7 giorni. I campioni di acque non potabili vengono incubati a 37°C (± 0.5°C) per 7 giorni. Non rimuovere completamente i vassoi dall’incubatore prima della lettura finale. I risultati possono essere letti in qualsiasi momento il 7mo giorno.

No, in quanto possono presentarsi falsi positivi dovuti a batteri diversi da Legionella pneumophila e/o la rilevazione di Legionella pneumophila può essere ridotta a temperature diverse da 39°C (± 0.5°C) per campioni di acque potabili e 37°C (± 0.5°C) per campioni di acque non potabili.

Il test Legiolert richiede un livello di umidità che assicuri una perdita di volume del campione nei pozzetti del Legiolert/Quanti-Tray ≤15%. Un livello appropriato di umidità può essere tipicamente raggiunto ponendo sul fondo dell’incubatore un contenitore con acqua che occupi circa l’80% della superficie interna inferiore. Diversamente, si può utilizzare un incubatore non umidificato, avendo cura di incubare il Quanti Tray Legiolert in un contenitore che intrappoli l’umidità.

Si, se sono risultati positivi. Un campione inoculato con Legiolert positivo prima dei 7 giorni è confermato positivo per L. pneumophila. In ogni caso, per una determinazione quantitativa precisa di L. pneumophila i risultati devono essere letti a 7 giorni. Non rimuovere completamente i vassoi dall’incubatore prima della lettura finale.

Si, se sono risultati negativi. Se un campione inoculato con Legiolert viene inoculato inavvertitamente per oltre i 7 giorni, la mancanza della colorazione marrone e della torbidità è un risultato negativo valido. Tuttavia, colorazione marrone e/o torbidità che si sviluppino dopo 7 giorni non rappresentano un risultato positivo valido; il test deve essere ripetuto o verificato.

No, il test Legiolert può essere utilizzato soltanto con il Quanti-Tray/Legiolert e deve essere incubato con il lato di carta in basso.

Se non si conosce la natura potabile o non potabile del campione di acqua, contattare l’assistenza tecnica di IDEXX al numero 44_1638_676800.

Conservare il test Legiolert a 2–25°C lontano dalla luce e dall’umidità.

La polvere del reagente Legiolert deve essere molto leggera e di colore beige e senza grumi. Se avete dubbi sulla colorazione o integrità della polvere, contattate l’assistenza tecnica di IDEXX al numero 44_1638_676800.

No. Il Legiolert/Quanti-Tray è progettato specificatamente per l’utilizzo con il Sealer Quanti-Tray PLUS.

Verificare con le autorità preposte quali sono le corrette modalità di smaltimento di materiali a rischio biologico nella propria azienda.

I piani di IDEXX sono di condurre una sperimentazione nei Paesi dove Legionella è presente nella regolamentazione. Riferirsi alla nostra mappa delle approvazioni per conoscere le nuove approvazioni.

Durante lo sviluppo del prodotto test Legiolert non sono state validate diverse temperature dei campioni. Tutti i campioni analizzati erano a temperatura ambiente prima di iniziare il test.

Come ceppi di controllo positivo sono consigliati Legionella pneumophila ATCC 33152 (WDCM 00107) oppure ATCC 33156 (WDCM 00180). Come ceppo di controllo negativo è consigliato Enterococcus faecalis ATCC 29212 (WDCM 00087).

Si, l’incubatore Binder venduto da IDEXX Water è in grado di mantenere gli alti livelli di umidità richiesti dal test Legiolert. Un livello appropriato di umidità può essere tipicamente raggiunto ponendo sul fondo dell’incubatore un contenitore con acqua che occupi circa l’80% della superficie interna inferiore.

Si, i protocolli Legiolert per acqua potabile e non potabile sono stati progettati per offrire prestazioni ottimali con i due diversi tipi di acqua. Analizzare un campione di acqua non potabile con il protocollo per le acque potabili può dare risultati falsi positivi causati da batteri diversi da Legionella pneumophila. Analizzare un campione di acqua potabile con il protocollo per acque non potabili può comportare una sottostima nella conta di Legionella pneumophila causata dalla fase del pretrattamento e dal ridotto volume di campione analizzato.

Acqua non potabile può contenere alte concentrazioni di batteri diversi da Legionella pneumophila. Il protocollo Legiolert per acqua non potabile ed il Pretrattamento Legiolert sono stati ottimizzati per evitare l’interferenza di questi microrganismi non bersaglio sul risultato del test.

Risorse & Informazioni sul Prodotto

Test & Accessori

La Precisione è importante quando si tratta di sanità pubblica.
Cerchi i Test per l’acqua & Accessori

Risorse

IDEXX Water dispone di materiali di riferimento e documenti di approvazione per sostenere i numerosi prodotti del proprio portfoglio Acqua.

Search the Reference & Regulatory Documents tool

Informazioni sul prodotto

Legiolert (20-confezioni test)
Numero di catalogo: WLGT-20

Legiolert (100-confezioni test)
Numero di catalogo: WLGT-100

Supplemento Legiolert
Numero di catalogo: WLGT-SUP

Pretrattamento Legiolert
Numero di catalogo: WLGT-PRE

Legiolert/Quanti-Tray (20 confezioni)
Numero di catalogo: WQTLGT-20

Legiolert/Quanti-Tray (100 confezioni)
Numero di catalogo: WQTLGT-100

QC-IDEXX Legionella pneumophila
Numero di catalogo: WQT-LP

Water Customer Support

UK Headquarters
IDEXX Technologies Ltd Units 1B & 1C
Newmarket Business Park
Studlands Park Avenue
Newmarket, Suffolk, CB87ER

Tel: +44 (0) 1638 676800
[email protected]

Find a representative near you

ISO Certifications

Locations and ISO Certificates


Reference

1.  Brunette GW, ed. CDC Health Information for International Travel 2016: The Yellow Book. New York, NY: Oxford University Press; 2016.